Provenienza: Guyana Francese, Centro e Sud America.

Blatta molto semplice da allevare, non richiedi particolari accorgimenti.
Insetto molto apprezzato, tanto che molti allevatori di rettili la stanno sostituendo ai comuni grilli.
Il disformismo sessuale è molto evidente, i maschi dispongono di ali ma non sono in grado di volare, le femmine invece dispongono solo di ali vestigiali.



E' una specie ovovivipara, le uova vengono trattenute all'interno del corpo della madre fino al momento della schiusa.
In genere ad ogni parto vengono dati alla luce una trentina di neanidi lunghi meno di un centimetro, lo stadio adulto viene raggiunto dopo aver compiuto una decina di mute, in un periodo variabile da 3 a 8 mesi in base alle temperatura di allevamento.


A tale proposito io allevo queste blatte a circa 28/30 gradi in modo che raggiungano uno stadio adulto in circa 2/3 mesi.
Gli adulti sono lunghi circa 4-5 centimetri e il loro processo di vita va da 6 a 12 mesi.
E' una blatta di tipo fossorio, che ama seppellirsi nel substrato con cui viene allevata.
Nota molto importante su questa blatta è che non è capace di scalare superfici lisce, quindi si eviteranno fastidiose fughe per la casa.
E' una blatta veramente molto semplice da allevare, è sufficiente un grosso contenitore in plastica a pareti lisce, sul fondo basterà disporre qualche centimetri di crusca e dei ripari, come ad esempio i cartoni delle uova.


Per l'alimentazione non avrete da che preoccuparvi, le dubia sono onnivore pertanto mangiano qualunque cosa, il cibo dovrà essere servito su dei piattini bassi in modo che anche le piccole neanidi possano arrivarci con facilità.
Su uno andrà servito il cibo secco come crocchette per cani/ gatti, mangime per pesci etc. nell'altro andranno serviti vegetali e frutta, che rappresentano oltretutto l'unica fonte di idratazione.
Sarà molto importante eliminare i vegetali quando iniziano ad ammuffire o appassire, questo perché si eviterà pericolose formazioni di muffe all'interno del contenitore.
Blatta molto apprezzata dalla maggior parte dei sauri, io personalmente la utilizzo come insetto da pasto per le mie pogone.

Blatta di origine medio orientale, estremamente prolifica e semplice da allevare.

Molto apprezzata dalla maggior parte degli allevatori, per la sua semplicità di allevamento, e soprattutto perché come per la dubia non è in grado di arrampicarsi sulle superfici lisce.

 

 

Gli adulti raggiungono dimensioni di circa 3 cm, il dimorfismo sessuale è molto evidente, il maschio ha una colorazione marrone chiaro ed è munito di ali (ma non vola), mentre la femmina è molto più scura e con accentuate colorazioni rossicce, insetto estremamente veloce nei movimenti, risulta un'appetibile boccone per pogone, gechi, camaleonti etc. etc.

Le femmine adulte possono deporre ooteche ogni 15 giorni, contenenti circa 20-30 uova, le ooteche possono schiudere in tempi cha vanno da 1 a 5 mesi, questo in base alle temperature con cui le blatte saranno allevate, fattori come umidità, alimentazione.


Le piccole neanidi impiegano circa 5 mesi per raggiungere lo stadio adulto, dopodiché può vivere per altri 6-12 mesi, il ciclo vitale di questi insetti dipende molto dalle temperature, sarà rapido se alleverete la colonia a una temperatura intorno ai 25/30°c, mentre a temperature inferiori il loro sviluppo rallenta notevolmente.
Per allevarle sarà sufficiente un contenitore in plastica abbastanza alto e dalle pareti lisce, all'interno dovrete collocare dei rifugi come ad esempio cartoni da imballaggio per le uova o semplici pezzi di cartone arrotolato, non avendo abitudini fossori, non avrete necessità di aggiungere alcun substrato.
Essendo praticamente onnivore non avrete nessun problema per alimentarle, mangeranno volentieri, crocchette per cani o gatti, pond sticks per pesci da lago o mangime in scaglie, per idratarle sarà sufficiente fornire frutta e verdura.

Procurarsi un contenitore in plastica abbastanza ampio, io utilizzo quelli dalla samla ikea da 45 L.

Applicare sul coperchio dei fori per l'aria e inserire dei rifugi per i grilli.

A tale proposito si puo utilizzare dei cartoni porta uova o dei semplici pezzi di cartone arrotolati.


Acquistare un buon numero di grilli adulti, io personalmente allevo gli assimilis, più grandi, più robusti, più silenziosi degli acheta.
La differenza di sesso nei grilli è nettamente visibile, le femmine si riconoscono per il lungo tubo ovopositore alla fine del corpo che appunto serve a deporre le uova sul terreno.
I maschi invece al contrario delle femmine sono quelli chiassosi...

 


I grilli sono onnivori, accettano qualunque tipo di alimento, dai croccantini per cani/gatti, mangime per pesci, pastoncini proteici per uccelli da nido.
Oltre a questi alimenti bisognerà idratarli, per questo si possono utilizzare arance, carote, radicchio, da evitare assolutamente la lattuga in quanto provoca dissenteria con esiti fatali.
Fate attenzione che questi alimenti non ammuffiscano , altrimenti si verificheranno propagazioni si muffe molto pericolose.
Servite gli alimenti in piattini bassi in modo da facilitare l'entrata dei grilli.
Nei mesi estivi aggiungo anche un piccolo abbeverino per uccelli, onde evitare annegamenti, nel beccuccio dovrà essere applicata dell'ovatta.
Una volta allestito il box e preparato tutto a dovere dovrete inserire un contenitore per la deposizione, io ho riciclato le campane dei dvd, qualunque contenitore può andar bene, purché di facile accesso.

I grilli depongono le uova sul terreno bagnato, come substrato da deposizione utilizzo sabbia da cantiere (sabbia di fiume) che dovrà essere inumidita.
Lasciate il contenitore nel box per almeno 5/7 giorni per poi sostituirlo con uno nuovo.
In questi giorni il contenitore delle uova dovrà essere nebulizzato un paio di volte al giorno in modo da evitare che la sabbia si asciughi e che le uova si secchino.
Per incubare le uova mettete il contenitore da deposizione in un altro recipiente e chiudetelo con un coperchio, in modo che all'interno rimanga sufficiente umidità per far sviluppare le uova.

Il tutto poi va riposto dentro l'incubatrice che può essere costruita con una semplice scatola di polistirolo.

Per mantenere le temperature di incubazione si possono utilizzare tappetini o cavetti riscaldanti, monitorati da un termostato a sonda.
Le uova incubate a circa 28/30 gradi schiudono in circa 7/10 giorni.
Una volta nati i micro grilli, dovrete attrezzarvi di un contenitore come quello per gli adulti, utilizzando lo stesso metodo di allevamento.
Fate molta attenzione al sovraffollamento altrimenti potrebbero verificarsi episodi di cannibalismo !!!